Crea sito
Posts tagged ‘regole’

(Sopra)Vivere nel call center #8

15 dicembre, 2011 | | 1 Comment

La fortuna dell’operatore

Dentro il campodiconcetramento/call center esistono regole ferree a cui ogni schiavo/operatore deve attenersi per evitare eventuali punizioni.

Come prima cosa però deve esserci una precisazione legata al contratto di somministrazione. Questo fuori dal campo ha valore, ma dentro è diverso.
«Hei, non potete fare questo, nel contratto ci sta scritto che dobbiamo fare pausa» disse una volta un novellino.
«Ah sì? Sei nuovo tu, sicuramente hai il contratto con te ora, vero? Fammi vedere dove ci sta scritto questo e farete pausa» chiese un arcigno team leader.
«Certo! Ci sta scritto qua!» Uscì il contratto da una borsa e glielo porse mostrando la parte interessata «proprio qui, dopo la dicitura che possiamo distribuire il lavoro come vogliamo.»
L’uomo arcigno prese il contratto, fece finta di leggerlo per poi strapparlo in mille pezzi «il contratto non vale una cippa qui dentro! E ora lavora prima che ti faccia bollire vivo in sala mensa! Vendi!»

Quando si arriva a capire che noi povere amebe schiave non avremo mai un sindacato o qualcuno che ci proteggerà dal male assoluto dei nostri oppressori, un tempo uguale a noi poveretti, inizia la corsa alla sopravvivenza e si apprendono le crudeli regole non scritte:

– Ogni Team Leader ha regole sue personali per come gestire il team. Che siano punizioni corporali, omissioni di stipendio, somministrazione di psicofarmaci o costrizioni di orario continuato sino alla sfinimento non importa, bisogna vendere!

– Tu schiavo/operatore sei fortunato a lavorare lì perché fuori nel mondo esterno non esistono altre alternative, quindi è vietato parlare male del tuo meraviglioso posto di lavoro a norma dove tutti son felici e sorridenti come folletti irlandesi ubriachi.

– E’ vietato non vendere. Se non vendi non produci, se non produci sei un peso, se sei un peso sei da buttare e se sei da buttare sei inutile, anche se in periodi precedenti hai fatto grandi vendite o sei stato l’uomo del mese. Non devi esserlo una sola volta, ma sempre!

– L’azienda ha sempre ragione. I team Leader hanno sempre ragione. Quelli del controllo genuinità hanno sempre ragione. Tu sei sempre nel torto e ti vien fatto il favore di lavorare lì. Sentiti fortunato per questo!

«Hei Ignota.»
«Dimmi Castaldi, parla a bassa voce se no ci sentono» gli bisbigliai io.
«Hai fatto la domanda per fare il bidello ieri in una scuola fatiscente?»
«Sì, ma mi han chiesto soldi per lavorare.»
«E quindi?» Chiese perplesso.
«Quindi non se n’è fatto alcunché, non avevo i soldi per lavorare insomma.»
«Cavolo, meno male che possiamo lavorare qui almeno.»
Sospirai «meno male…»

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...