Crea sito

I consigli di Ignota #3

23 novembre, 2011 | | 1 Comment

Ignoranza is the way parte II

Essere ignorante non è una cosa di tutti giorni.
E’ un’attività da compiere nel tempo, con costanza e dedizione. Non si diventa grandi ignoranti in un istante, ma in anni e anni di ignoranza e perseveranza.

Ascolta quello che ti dico adesso aspirante testa vuota, sarai sempre felice così:

1 – Per essere un perfetto ignorante non ti devi mai porre domande. Anzi le devi pure evitare! Mai e poi mai cercare risposte o tentare di darle! Non sia mai che un perfetto ignorante conosca qualcosa;

2 – Dato che non rispondi e non ti poni domande, quello che dirai, da brava ameba umana, sarà sempre vero! Perché non hai dubbi, è sempre vero quello che dici;

3 – Poco importa delle esigenze degli altri, tu non vuoi sapere e non vuoi domandare. L’importante è quello che vuoi sul momento, qualsiasi cosa sia;

4 – Sì felice di stare in mezzo ad altri come te, ignoranti come una mattonella rotta. Voi siete legione!

Ma perché chiedersi ancora se è meglio essere ignoranti o no?
Essere ignoranti significa essere felici, essere sempre sorridente.

Guardate quelle grige persone colte, quelle che conoscono sempre la risposta a tutto. Sono tristi, col volto allungato e lo sguardo spento. Proprio perché sanno tutto né sono tristi ed amareggiati, sconfortati dalla verità.

Gli ignoranti invece no! Non sanno! Sono felici di non sapere.
Sono felici di non sapere di essere presi in giro e di essere derubati.
Perché chiedersi di che cosa fanno dei loro soldi, sopratutto quando ridono mentre lo fanno quando puoi essere felice nel non saperlo?

L’ignoranza è un dono, vivetelo e condividetelo.

P.S. Come nel consiglio precedente non mi assumo responsabilità sugli effetti collaterali di quello sopra scritto. Se sei così ignorante dal non chiederti come mai rido mentre leggi non è mica colpa mia…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...